Grazie al mite clima mediterraneo, i venti che arrivano dal mediterraneo e dall’oceano ed i numerosi giorni di sole durante tutto l’anno, l’Andalusia è da sempre stata una terra in cui coltivare la vite. 

Il passaggio naturale è stato diventare una delle terre che produce alcuni dei vini più conosciuti al mondo, dai sapori unici, capaci di attirare migliaia di amanti dell’enoturismo in Andalusia. 

Il 75% della produzione di vini in Andalusia si riassume in queste Denominazioni di Origine: Condado di Huelva, Sherry di Jerez, Manzanilla di Sanlucar, Malaga, Sierras de Malaga e Montilla Moriles. E’ praticamente impossibile durante un tour in Andalusia non attraversare una “Ruta del Vino” di queste, per cui è obbligatorio visitare una bodega e programmare almeno una degustazione in alcune delle cantine più famose in Andalusia.

Quali cantine o bodegas visitare in Andalusia?

Esistono numerose possibilità di comprare ingressi a bodegas, le bellissime cantine dell’Andalusia, con soffitti molto alti in grado di ospitare diverse botti dove invecchiare il vino attraverso il metodo “Solera”. Questi ingressi possono essere in gruppi, accompagnati a degustazioni e spettacoli di flamenco, con tanto di visita guidata e spiegazione della produzione. Potete basarvi sulla comodità, cioè se durante il vostro tour in Andalusia a seconda della zona potete visitare facilmente un produttore di vini o testare una specialità locale.

Nel triangolo dello Sherry (Jerez-Sanlucar-Puerto de Santa Maria) potrete provare un vino fino dal gusto particolarmente fruttato o un Manzanilla. Ci sono brand come Alvaro Domecq o Gonzalez Byass che sono produttori conosciuti a livello mondiale, le visite alle cantine sono come un tour al museo.

Ti può interessare anche:  Sport acquatici

Nella zona di Malaga potreste degustare magari un vino dulce, un Moscatel o un Pedro Ximenez, in una delle numerose “tabernas” del centro. 

A Cordoba invece sarà obbligatorio puntare sulla denominazione Montilla-Moriles, con le sue varianti che vanno dal fino, all’oloroso, passando per l’amontillado e molti altri, ricordando che parliamo di vini liquorosi e che possono arrivare a 20 gradi. 

Altra ottima occasione per degustare vino, magari ascoltando flamenco ed assaporando il folklore locali, sono le numerose Ferias, le feste popolari che ci sono durante l’anno, soprattutto nel periodo della vendemmia ad inizio autunno. 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.