Granada: cosa vedere

Panoramica Alhambra di Granada

Granada è stata per secoli la fortezza araba di Andalusia, l’ultima ad arrendersi al ritorno cristiano. Oggi è una delle città più turistiche di Spagna, ma anche centro universitario ricco di giovani.

Scopriamo in questo post cosa vedere a Granada, tra sale da the (teterias), locali di flamenco e bar di tapas. 

Sempre con Alhambra e Sierra Nevada sullo sfondo. 

Alhambra Giochi Acqua

Alhambra la meraviglia del mondo e dell'Andalusia

L’Alhambra (leggi qui la guida), la cittadella araba simbolo del potere e della ricchezza dei sultani di questa provincia, è uno dei monumenti più visitati al mondo e forse il più affascinante di tutta l’Andalusia.

L’accesso al cortile ed al Palazzo di Carlo V sono gratuiti, per la visita completa consigliamo di prenotare i biglietti tramite internet (ci sono distributori automatici che vi permettono di evitare code), tenendovi una mezza giornata libera per vedere tutto con calma.

L’insieme di giardini, giochi di acqua, l’architettura araba nasride, la complessità degli interni e delle lavorazioni del materiale lasciano a bocca aperta.

La vista sulla città è splendida, ogni angolo trasuda di attenzione per il dettaglio, è un piacere perdersi per i giardini immensi (grazie anche al “numero chiuso” di visite) ed immaginare un passato glorioso, attraverso le storie che riguardano la sultana ed i suoi amori o gli assedi a cui questa fortezza ha resistito, custodendo i suoi tesori all’interno per secoli.

Tra le cose da vedere a Granada sicuramente un tramonto dal mirador de San Nicolas con sullo sfondo Alhambra e la Sierra Nevada, un classico per molti turisti (ma anche per molti locali) e che lascia tutti regolarmente senza fiato.

Ti può interessare anche:  Siviglia: cosa vedere

Centro tra Cattedrale ed Università

Il centro di Granada ruota intorno alla Cattedrale, edificio maestoso costruito in due secoli (1523-1704).  Al lato della stessa c’è la Capilla Real (Cappella Reale) dove riposano i Re cattolici simbolo della Reconquista: Isabella I di Castiglia e Fernando II d’Aragona.

In centro a Granada ci si può rilassare con un the (per chi pernotta in città l’ideale per il relax è l’Hammam), visitare i negozi etnici e degustare il jamon pata negra nei bar di tapas. 

Tra le piazze più belle e movimentate di Granada merita una visita Plaza de Bib-Rambla, al centro di una zona turistica e pedonale. 

Molto più tranquilla Plaza de la Universidad, ci ricorda che Granada è una delle città universitarie più importanti di Spagna, ricca di studenti Erasmus e che anche per questo le tapas sono spesso gratis o molto economiche. 

Cattedrale di Granada

Albaicin il bianco cuore arabo

Spostandosi la centro verso nord incontriamo Plaza Nueva, vivace e con la bella fontana del Pilar del Toro. A lato la piccola Plaza de Santa Ana, con la chiesa di Sant’Anna sempre del 1500, i bagni arabi dell’XI secolo ed il museo Archeologico

Siamo alle porte dell’Albaicin (o Albayzin) sicuramente una delle cose più affascinanti da vedere a Granada. L’antico quartiere arabo, con le sue stradine strette, che si inerpicano faticosamente sulla collina, è carico di mistero e magia. 

Albaicin Granada

Sacromonte: quartiere gitano del flamenco

Dove dormire a Granada

Granada cosa vedere: mappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.